UNA SINFONIA PER VENEZIA – Pordenone Docs Fest

UNA SINFONIA PER VENEZIA

↘︎ ACQUISTA BIGLIETTO

musicista

Pino Donaggio


regista

Simone Marcelli


studioso del cinema

Carlo Montanaro


Un concerto esclusivo

“I solisti veneti – Ensemble Vivaldi” eseguono brani della colonna sonora del film “Lo sguardo su Venezia”
L’orchestra de I Solisti Veneti nasce nel 1959. Ambasciatrice della cultura e della musica veneta nel mondo, con più di 6.000 concerti tenuti in oltre novanta nazioni, ha suonato nelle più importanti sale da concerto e per le più prestigiose istituzioni musicali, dal Festival di Salisburgo alla Carnegie Hall di New York.

 

a seguire la proiezione del film di Simone Marcelli

LO SGUARDO SU VENEZIA (Italia, 2022)

La magia della laguna di Venezia attraverso i secoli, dai paesaggi di Canaletto ai selfie dei turisti, alla ricerca della bellezza autentica e delle tecniche per rappresentarla.

Un incontro tra Ottavia Piccolo, Carlo Montanaro e Simone Marcelli è la scintilla da cui nasce il documentario. I tre parlano della città e del suo futuro. Dal Gran Tour alla Belle Époque, dagli anni del turismo di massa fino al vuoto irreale della Piazza San Marco nei giorni del lockdown e della pandemia, la città della Serenissima ha conservato intatta la sua bellezza, ma ha mutato profondamente la propria essenza – fino al rischio di perderla – condizionata dalla sua progressiva spettacolarizzazione. Si rendono conto che tutto dipende dallo sguardo con cui la si guarda, uno sguardo che, nel corso dei secoli, è profondamente cambiato. L’idea è andare oltre, cercare connessioni, per non far morire la città più bella e fragile del mondo. Attraverso le meravigliose “macchine del vedere” di Carlo Montanaro e l’intenso racconto di Ottavia Piccolo, lo spettatore si muove alla scoperta di Venezia e del suo mito, forgiato dagli infiniti sguardi che artisti e intellettuali hanno avuto su di essa.


Intervengono 

Pino Donaggio (Burano, 1941) è uno dei più grandi compositori contemporanei. Violinista enfant prodige al Conservatorio di Venezia e di Milano, debutta come cantautore a diciassette anni e a diciannove con Come sinfonia partecipa per la prima volta al Festival di Sanremo, dove tornerà nei decenni successivi non solo come cantautore, ma anche in veste di direttore artistico, giurato e presidente della giuria di qualità. Nel 1972 esordisce come autore di colonne sonore nel film di Nicolas Roeg A Venezia… un dicembre rosso shocking. Diventa dal 1976 con Carrie il compositore prediletto di Brian De Palma e intensifica la sua attività di pluripremiato compositore cinematografico di fama internazionale. Ha ottenuto due candidature ai David di Donatello, due ai Nastri d’Argento, sei al Golden Globe. Nel 2019 è stato insignito del Premio Tenco alla carriera.

Simone Marcelli, regista

Carlo Montanaro, studioso di cinema, in particolare muto italiano e non solo. È stato docente di Teoria e Metodo dei Mass Media all’Accademia di Belle Arti di Venezia, di cui è stato anche direttore; docente di Teoria e Tecnica del Linguaggio Cinematografico a Ca’ Foscari. Assistente alla regia di registi quali Comencini, Quilici, Brass e autore di programmi Rai. Ha scritto numerosi articoli e saggi critici e ha collaborato a opere fondamentali per lo studio della storia del cinema. Anima il museo “La fabbrica del vedere” a Venezia e fa parte del direttivo delle Giornate del Cinema Muto di Pordenone.