Ananda a SpazioUAU! – Pordenone Docs Fest

Ananda a SpazioUAU!

Martedì 2 agosto ripartono dall’India i viaggi nell’arena estiva UAU!

Il film documentario “Ananda” sarà accompagnato dall’incontro con il regista Stefano Deffenu

Riprendono con un favoloso viaggio in India le serate dedicate al documentario nello spazio UAU! in via Brusafiera, in collaborazione con il Pordenone Docs Fest. Martedì 2 agosto alle 21, la suggestiva arena urbana di Cinemazero nei giardini “Francesca Trombino” ospita la proiezione di “Ananda”, un personale diario per immagini di un’India antica, un vagabondaggio alla ricerca di una inafferrabile tribù di bambini fantasma, gli Ananda, sospesa tra sogno e realtà. Sarà presente il regista Stefano Deffenu, in tour in tutta Italia con il supporto della Fondazione Sardegna Film Commission.

Al suo esordio alla regia, Deffenu ha curato anche la fotografia e il montaggio del film, mentre ha scritto la sceneggiatura con Bonifacio Angius e Pierre Obino. “Ananda” è stato presentato in anteprima mondiale alla 55^ edizione del Karlovy Vary International Film Festival, in Repubblica Ceca. Nelle sale italiane dal 23 marzo, il documentario è prodotto e distribuito dallo stesso Bonifacio Angius de Il Monello Film e si avvale delle musiche di Francesco Simula e Luigi Frassetto. Il sodalizio con Angius inizia diversi anni fa e, nel 2021, Deffenu è attore co-protagonista e co-sceneggiatore de “I Giganti”, presentato a Locarno.

«Ananda è una mia personale ricerca – sottolinea Deffenu – verso una pace che probabilmente non troverò mai. Un viaggio alla ricerca di me stesso, ma anche di mio fratello, che in un certo modo ritrovo nei visi dei bambini e nella loro gioiosa anarchia e che mi ha portato dalla Sardegna fino alle pendici dell’Himalaya». Quella ricerca, per il regista, non è finita con il ritorno a casa, «ma è continuata per dieci lunghi anni, in un viaggio doloroso che ha trovato la sua catarsi in un misto di sorrisi e lacrime, musica e immagini, divinità, saggi, antichi maestri e fantasmi. Dieci anni che non sono comunque bastati a supplire a una mancanza gigantesca. La mia prospettiva era di realizzare un film personale che elevasse il documentario al di sopra del solito diario di viaggio turistico occidentale».

Il programma di UAU! prosegue martedì 9 agosto con la riscoperta di un classico della storia del cinema: il primo film cubano a ottenere attenzione internazionale: “Memorias del subdesarrollo”, del 1968.

Le serate di UAU!, tutte a ingresso libero, sono organizzate grazie al sostegno del Comune di Pordenone, della Regione FVG e di FriulOvest banca.

In caso di pioggia l’evento si tiene, sempre alla stessa ora, a Cinemazero.